Pubblicato da Andrea Ramoni ● 13 maggio 2020

La Nuova Stagione delle Azioni Cautelari

Copia di Copia di Blog Ramoni Barbisan (19)-1

Come noto, l’articolo 83, comma 1, D.L. 18/2020 (Decreto Cura Italia) ha previsto la
sospensione del decorso dei termini per il compimento di qualsiasi atto dei procedimenti civili
e penali (nonché tributari, in forza del comma 21 che ne estende l’applicazione), per il periodo
intercorrente dal 9 marzo 2020 al 15 aprile 2020.

Per espressa previsione dell’articolo 36 del successivo D.L. 23/2020 (Decreto Liquidità), detto ultimo termine è stato ulteriormente prorogato all'11 maggio 2020. All’applicazione di tale principio sfuggono talune eccezioni, tra le quali sono contemplati i procedimenti di natura cautelare.

Se molto si è dibattuto in ordine alle misure contenute nell’articolo 47, 52 e 62-bis D.Lgs.546/1992, ovvero alle istanze di sospensione dell’efficacia esecutiva dell’atto, rispettivamente
in pendenza di ricorso in primo e secondo grado di giudizio, nonché in quello di legittimità,
meno si è approfondita la procedura di cui all’articolo 22 D.Lgs. 472/1997. Tuttavia, la vicenda
riveste particolare interesse, per la rilevanza che la riforma intervenuta nel 2018 ne ha
attribuito. Ma andiamo per gradi.

 

Leggi l'intero articolo in PDF cliccando qui: EUROCONFERENCE NEWS

 

 

***

Se un tuo cliente ha una verifica fiscale in corso, oppure ha ricevuto un avviso di accertamento ed hai necessità di impostare la strategia difensiva, contattarmi per un parere. Sarò lieto di aiutarti!

 
Accertamento richiedi consulenza

 

Categorie: sospensione termini, misure cautelari, "azioni cautelari", Litigation

LASCIA UN COMMENTO